Norme per l'attività sezionale

La partecipazione alle attività sezionali è disciplinata da poche e semplici regole a cui però tutti si devono attenere. Eccoti un piccolo pro-memoria.

  • Con l’iscrizione alla gita, i partecipanti accettano le sottostanti norme, esonerando la Sezione, gli organizzatori o accompagnatori da ogni qualunque responsabilità per qualsiasi genere d’incidente che si dovesse verifi care nel corso dell’escursione.
  • La Sezione o il coordinatore hanno la facoltà di modificare il programma e gli orari, annullare e sospendere la gita. I partecipanti dovranno adeguarsi ad eventuali variazioni.
  • Coloro che volessero seguire un itinerario diverso da quello previsto hanno il dovere di comunicarlo agli accompagnatori, che saranno sollevati da ogni impegno nei loro confronti. Resta inteso che chi prosegue in modo autonomo ed indipendente dovrà comunque rientrare al luogo e all’orario previsti.
  • Il coordinatore delle gite alpinistiche, può a suo giudizio limitare il numero dei partecipanti in funzione della gita stessa ed escludere quelli che non disponessero di adeguato equipaggiamento, attrezzatura o preparazione.
  • Per tutte le gite in programma, la partecipazione di minori è subordinata alla presenza di un genitore o di persona maggiorenne che ne sia garante e responsabile.
  • Le gite sono aperte a Soci e non Soci. La copertura assicurativa garantita dal CAI è valida solo per i Soci regolarmente tesserati nell’anno in corso.
  • Per i non Soci, è obbligatoria l’iscrizione con la comunicazione dei dati anagrafici e l’accettazione dell’informativa della privacy da effettuarsi presso la Sede Sezionale per procedere alla trasmissione degli stessi alla Sede Centrale, versando la quota per la copertura assicurativa (ti rimando all'apposita sezione per i dettagli).