Scala delle difficoltà escursionistiche

Nelle schede delle escursioni sono riportate le difficoltà secondo 4 livelli differenti, a seconda del tipo di terreno (sentiero, roccia, neve, ghiaccio), il periodo in cui viene svolta l'escursione, il dislivello da affrontare durante la via di salita e l'eventuale utilizzo di attrezzatura tecnica. 

La simbologia utilizzata segue la scala escursionistica:

 

DIFFICOLTÀ ESCURSIONISMO

T
turistico

Itinerari su strada, mulattiera o sentiero evidentee ben
marcato; dislivello non superiore ai 1000 metri; elementare
equipaggiamento da gita.

E
escursionistico

Itinerari più lunghi e non sempre su sentieri evidenti, possono
comprendere tratti senza tracce o zone rocciose piùripide con
passaggi in genere non molto esposti, a volte anche
attrezzati; equipaggiamento adeguato, da montagna.

EE
per escursionisti
esperti

Itinerari che possono richiedere anche facile arrampicata su
roccia, con problemi d’esposizione, passaggi su nevai ed in
generale l’attraversamento di zone impervie;
equipaggiamento adeguato anche alla sicurezza individuale.

EEA
per escursionisti
esperti con
attrezzatura

Itinerari su vie ferrate o percorsi alpinistici attrezzati, dove la
frequenza delle attrezzature, l’impegno fisico richiesto e la
notevole esposizione rendono necessario l’uso di attrezzature
per l’autoassicurazione e l’eventuale assicurazionereciproca.